La nostra attività nasce nel 1910 per iniziativa di tre laboriose ragazze, le “sorelle Tiburli“, le quali, seppur giovanissime, non appena terminate le scuole elementari, intrapresero il mestiere di “modiste” specializzandosi nel confezionare cappelli. Il cappello era all’epoca un immancabile complemento di eleganza e difficilmente si usciva senza indossarlo.

Dopo un breve periodo di apprendistato in un piccolo laboratorio sotto la propria abitazione, nel 1922 iniziò la grande avventura con l’apertura di un vero negozio in Corso Vittorio Emanuele n° 22, ora Corso Italia, da sempre considerato il salotto buono dello shopping cittadino. È tuttora possibile, rovistando tra i ricordi fotografici, godere della vista di quell’enorme vetrina colma di cappelli, borse, borsette ed una grande insegna sull’ingresso con scritto “cose belle dalle Tiburli sorelle“.

Successivamente, con l’avanzare dell’età, l’ultima delle tre sorelle rimasta attiva conosciuta con il nome di Rosetta, decise di trasferirsi in un locale di più modeste dimensioni in via della Volta Buia, a poche decine di metri dalla bottega storica. Raggiunti i suoi 85 anni, dopo settant’anni di lavoro, lasciò l’attività alla nipote, che, insieme a colui che diventerà poi suo marito, nel 1984 trasformarono l’attività in un negozio contemporaneo nell’attuale via del Suffragio, ampliando la clientela oltre alla donna anche all’uomo e continuando la tradizione si specializzano nella vendita di cappelli uomo – donna, sciarpe, guanti e tanti altri accessori per l’abbigliamento.

L’ultima ad entrare in questa splendida storia è Alessia, figlia dei titolari Miriam e Luciano, cresciuta all’interno del negozio, la quale, con la sua passione e la sua naturale dote comunicativa, ha contribuito a rendere l’attività una delle più importanti del settore.